Parquet

Il parquet, pavimentazione calda ed elegante per eccellenza, risulta una delle superfici più ambite ma allo stesso tempo più difficoltose da gestire. Se sul piano visivo l’impatto risulta infatti ineguagliabile, va specificato come sia estremamente difficile agire su un pavimento così delicato e sensibile.

Proprio a causa della sua natura il legno è fortemente soggetto a graffi e, a dispetto di trattamenti e patine protettive, anche il parquet non scappa dalle conseguenze di urti e sfregamenti: prima o poi il nostro bellissimo pavimento comincerà a riempirsi di antiestetici graffi. Cosa possiamo fare per togliere i graffi dal parquet o perlomeno limitare i danni?

Gestire il parquet nel modo migliore possibile

Ovviamente la scelta migliore è rivolgerti a professionisti qualificati, se vuoi un’opzione senza compromessi e un ottimo rapporto qualità prezzo, guarda la nostra offerta sulla lamatura parquet a Roma andando su questa pagina.

Va specificato come un fattore determinante per diminuire notevolmente segni e graffi sul nostro pavimento, sia la scelta di un legno adatto alle nostre esigenze. La qualità del materiale è subordinata alla tipologia di legno scelto: tek, quercia, rovere, frassino e iroko sono solo alcune delle scelte che possiamo fare. Le indicazioni che vi diamo sono generiche e tendono a seguire una linea “soft” onde evitare di creare ulteriori danni a una superficie già danneggiata.

Uno spray per sconfiggere i graffi sul legno

Naturalmente, vista la diffusione notevole del parquet, sono numerose le ditte specializzate che offrono prodotti per intervenire in caso di graffi. Esistono per esempio degli spray appositi che hanno un effetto coprente sui micro traumi subiti dalla superficie.

Ovviamente, in questi casi, va scelta con grande attenzione il prodotto e soprattutto va verificato attentamente che l’utilizzo di questo si vada a sposare perfettamente con il colore del legno che dovrebbe andare a coprire.

 

Se non c’è da andare per il sottile… utilizzate una levigatrice!

I danni sono particolarmente diffusi e non vi basterebbe un intero camion di spray? Bene, la soluzione potrebbe essere l’impiego di una levigatrice. Si tratta di uno strumento molto particolare per il cui impiego è consigliabile rivolgersi a professionisti del settore.

Guarda la nostra offerta qui!

 

Lo spray non funziona e non volete ricorrere alla levigatrice? C’è una terza via piuttosto rischiosa…

Se lo spray non vi soddisfa e la superficie non è così ampia da richiedere una levigatrice, esiste una terza strada per chi è particolarmente coraggiosa. Darsi al fai da te non è particolarmente indicato, ma si può ricorrere in casi estremi (o nel caso abbiate una smisurata fiducia in voi stessi!).

Nel caso potete prendere un pezzo di carta vetrata ed agire sul graffio singolo, sfregando delicatamente sulla superficie (state attenti a seguire le direzioni delle venature del legno). A questo punto pulite con attenzione la superficie e poi applicate qualche goccia (non più di 2 o 3) di acquaragia su un panno morbido. Strofinate il panno sull’area e, dopo un po’, applicate con il pennello molto sottile una pittura che si adatti al legno.

Come già spiegato, si tratta di un metodo non consigliatissimo, da utilizzare solo se il pavimento è particolarmente vecchio e non volete spendere troppo tempo e soldi per ovviare a un graffio.